Questa pagina è protetta dallo spostamento

Wikipedia:Pagina delle prove

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Benvenuto nella pagina delle prove (o sandbox) di Wikipedia!

Lo scopo di questa pagina è permetterti di fare degli esperimenti. Per modificarla, clicca sulla linguetta Modifica wikitesto più sopra, fai le tue prove, usa il pulsante Visualizza anteprima e quando il risultato ti soddisfa clicca sul tasto Salva la pagina. Il tuo testo non rimarrà a lungo: la pagina, infatti, viene spesso sovrascritta da altri utenti e ripulita regolarmente. Per maggiori informazioni, vedi Aiuto:Pagina delle prove.

Se vuoi fare una prova di modifica con la nuova interfaccia di modifica VisualEditor puoi utilizzare la pagina delle prove dedicata.

Se sei un utente registrato, puoi anche decidere di usare una sandbox personale.

Per favore, non inserire contenuto protetto da copyright o diffamatorio. Per esempio: non fare copia-incolla da altri siti Internet (nemmeno dal tuo sito personale!), perché, salvo poche eccezioni, è una violazione della legge.

Nel 2018 organizza un Convegno con la Presenza del Nobel Luc Montagnier, Giulio Tarro ed altri noti studiosi nel campo delle Nano Particelle e delle Nano Patologie, suscitando in taluni ambienti il sospetto che il Convegno avesse il recondito scopo di Convegno No Vax. Circostanza più volte smentita.

15 Comuni onorano le Radio libere: 13 in provincia di Salerno!

Sono ben quindici , i Comuni che hanno onorato, dal 2011 ad oggi, con piazze, piazzette ed aree verdi, le mitiche Radio libere, che, negli anni Settanta, in nome della libertà d’informazione e della libertà d’antenna (quest’ultima, fu sancita con la storica sentenza della Corte Costituzionale del 28 luglio 1976!), caratterizzarono, dal punto di vista sociale, politico e culturale, i decenni a venire! Una stagione magica, quindi, la mitica stagione del “Cento fiori”! La prima piazza è stata intitolata a Villammare, famosa stazione balneare e frazione di Vibonati nel 2011( prima, esisteva solo piazza della Radio a Roma!); poi, a seguire, Sapri, Torraca Ispani, Roccagloriosa, San Giovanni a Piro, Celle di Bulgheria, Caselle in Pittari, Ceraso, Casaletto Spartano, Morigerati,Torre Orsaia e Polla: tutte località del Cilento-Vallo di Diano. A queste, vanno aggiunte Rivello, in provincia di Potenza, ed Altavilla Irpina, in provincia di Avellino. “Va sottolineato-osserva Tonino Luppino, “pioniere-pirata” delle radio in Fm, promotore dell’iniziativa, che altri Comuni, anche della Calabria, sono interessati alle intitolazioni! E sono ben tredici su quindici, le location della provincia di Salerno, concentrate nel Golfo di Policastro ed il Vallo di Diano, per dare, con queste intitolazioni, un segnale forte, sul fronte della libertà di informazione, garantita dall’art. 21 della nostra Costituzione”!